Rissa tra stranieri, poi gli spari dopo una nuova aggressione: condannato ucraino

E' stato condannato ad 8 anni e 6 mesi di reclusione un 32enne ucraino residente a Nocera, che il 6 maggio scorso sparò con una pistola nei pressi del Garden Bar, ferendo una persona di nazionalità romena

Sparò almeno tre volte, colpendolo sotto l’ombelico e nelle parti intime, lo zio di due ragazzini con i quali aveva avuto precedentemente una discussione. E' stato condannato ad 8 anni e 6 mesi di reclusione un 32enne ucraino residente a Nocera, che il 6 maggio scorso sparò con una pistola nei pressi del Garden Bar. Nella stessa indagine, condotta dal sostituto procuratore Angelo Rubano, sono indagate altre quattro persone.

Il raid armato

Qualche ora prima, l’uomo era stato coinvolto in una rissa a Scafati, con due minorenni. L'episodio si consumò a Scafati, presso un bar. I coinvolti si diedero appuntamento a Nocera per chiarire la faccenda, a bordo di due macchine. A fare da preludio alla rissa, ci sarebbe stata un’ulteriore precedente aggressione, commessa da un gruppo di ucraini ai danni dei due ragazzi minorenni. Quando i carabinieri piombarono in casa del sospettato, trovarono la pistola nascosta in un’intercapedine del bidet del bagno, ricavata nella parete. Inoltre, gli fu sequestrata una falsa carta d'identità romena, con generalità diverse dalle sue e 48 banconote false dall’importo di 4800 euro. Lo straniero è stato condannato per tutti i capi d'accusa mossi dalla procura, con l'accusa di tentato omicidio riqualificata in lesioni aggravate.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La treccia dorata di Melissa consegnata ai genitori: fissati i funerali della 16enne, i primi riscontri degli esami

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Melissa, è il giorno del dolore: i compagni cambiano l'aula

  • Droga tra Agro e Irno, 14 arresti: uno dei fornitori vicino al clan Fezza - D'Auria

Torna su
SalernoToday è in caricamento