Rissa tra stranieri, poi gli spari all'esterno di un bar a Nocera: quattro indagati

Ci sono altri quattro indagati, tutti ucraini, per quanto accaduto a maggio del 2018, a Nocera Inferiore. L'inchiesta ha già visto condannare un 33enne ucraino

Spari all'esterno del Garden Bar, a Nocera Inferiore. Ci sono altri quattro indagati, tutti ucraini, per quanto accaduto a maggio del 2018, a Nocera Inferiore. L'inchiesta ha già visto condannare un 33enne ucraino, colui che materialmente esplose i colpi verso un romeno, con l'accusa di lesioni. La vittima riportò ferite sotto l’ombelico e nelle parti intime. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'episodio

Lo straniero quella sera seminò il panico, con gente seduta dentro e fuori al bar, ed altre per strada, a passeggiare in tranquillità. Per sparare usò una semiautomatica. La vittima si salvò, ricoverata in ospedale. Qualche ora prima, l’uomo era stato coinvolto in una rissa a Scafati, con due minorenni. Tutti i protagonisti dell’inchiesta, condotta dai carabinieri di Castellammare di Stabia e Nocera, sono extracomunitari. Dopo quella rissa nei pressi di un bar a Scafati, i coinvolti si diedero appuntamento a Nocera per chiarire l’equivoco, a bordo di due macchine. A fare da preludio alla rissa, ci sarebbe stata un’ulteriore precedente aggressione, commessa da un gruppo di ucraini ai danni dei due ragazzi minorenni. Quando i carabinieri piombarono in casa del sospettato, trovarono la pistola nascosta in un’intercapedine del bidet del bagno, ricavata nella parete. Per i quattro - difesi dai legali Francesco Vicidomini e Vincenzo Calabrese - vi è ora la notifica della chiusura indagine. Sono accusati "in concorso" di aver partecipato sostanzialmente alla sparatoria, per essere stati in compagnia di chi poi effettuò il raid di fuoco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • Covid-19: tra ieri e oggi 24 nuovi casi nel salernitano, contagio a Campagna

  • Covid-19: 195 nuovi contagi di cui 21 casi di rientro, coppia positiva a Campagna

  • Contagi Covid in aumento, parla De Luca: "Ondata pericolosa in autunno"

  • Covid-19, cinque casi nel comune di Serre. Il sindaco: "Uscite solo se necessario"

  • Blitz antidroga a Scafati: 23 persone in carcere, 13 ai domiciliari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento