menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spara al vicino di casa, indagini proseguono: a giorni l'interrogatorio dell'operaio della Multiservizi

L’inchiesta prosegue per ritrovare l’arma e chiarire, ulteriormente, i contorni della faccenda di cronaca

Si terrà la prossima settimana l’interrogatorio di Francesco Garzillo, il 59enne dipendente della Nocera Multiservizi, arrestato giorni fa per tentato omicidio e porto di arma da fuoco in luogo pubblico. L’uomo aveva sparato a Francesco Canale, 58enne pregiudicato, noto per essere stato affiliato alla Nco tra gli anni 70 e 80, ferendolo con un solo colpo all’intestino. Questo, al termine di un litigio, ultimo atto di almeno tre mesi di rancori covati tra i due, che erano vicini di casa.

Le indagini

L’indagato, al pm Rubano, avrebbe spiegato che solo qualche giorno fa, la vittima lo aveva avvistato per strada, mimandogli il gesto di tagliargli al gola. Garzillo si sarebbe sentito oppresso e limitato nella sua libertà, al punto che la musica alta del suo stereo, aveva poi spinto Canale a rimproverarlo per l’ennesima volta. La vittima si trova in ospedale da due giorni, in prognosi riservata. Le sue condizioni sono sotto osservazione, ma sarebbe fuori pericolo. Al termine di una discussione, Garzillo aveva impugnato una pistola e sparato a Canale in casa. Poi una rapida fuga per gettare l’arma da fuoco nel torrente della Solofrana e fare rientro presso il suo domicilio. Ora è in carcere, ma tra qualche giorno potrà nuovamente spiegare quanto fatto al gip, durante l’interrogatorio di garanzia. L’inchiesta invece prosegue per ritrovare l’arma e chiarire, ulteriormente, i contorni della faccenda di cronaca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento