Nocera Inferiore, stalking verso un magistrato: finisce a processo

P.A. 49enne di Pagani, sarà processato per fatti accaduti all’inizio del 2017, presso il tribunale civile di Nocera Inferiore. A celebrare l’udienza è stato il tribunale partenopeo, competente per i magistrati del distretto salernitano

Era giunto all’esasperazione, dopo aver spalancato la porta dell’ufficio del giudice, colpevole solo di aver seguito un procedimento di famiglia, aggredendolo verbalmente. Furono alcune persone a frenarlo e ad accompagnarlo fuori. Poi sopraggiunse la polizia, che stilò un verbale di quanto accaduto, denunciandolo a piede libero. Per quell’episodio è stato rinviato a giudizio dal gup del Tribunale di Napoli. L’uomo risponde di atti persecutori ma non solo.

La precedente aggressione



P.A. 49enne di Pagani, sarà processato per fatti accaduti all’inizio del 2017, presso il tribunale civile di Nocera Inferiore. A celebrare l’udienza preliminare è stato il tribunale partenopeo, competente quando vi è un caso che riguardi un magistrato del distretto salernitano. Ciò che aveva spinto - stando alle indagini - il 49enne più volte in tribunale, per parlare con cancellieri e quel magistrato, era un procedimento che toccava la sua famiglia. Di mezzo vi era una cifra in denaro, le difficoltà economiche del reo e la richiesta, più volte avanzata, di sbloccare parte di un’eredità per uno dei componenti della sua famiglia. In questo caso, lui stesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Nel processo che partirà ad aprile potrebbe però pesare sull’imputato un precedente. E cioè, quello che lo ha visto già condannare in primo e secondo grado per un episodio simile. Prima di arrivare a minacciare il magistrato, il 49enne aveva fatto irruzione nell’ufficio cancelleria del tribunale civile. Un mese prima. E ci era andato giù pesante, aggredendo il funzionario - fuori dall’orario di ricevimento - colpendolo ad una spalla e rovesciando il contenuto di carte e cancelleria di una scrivania. Per quell’episodio finì in carcere, poi arrivò il processo con una condanna ridotta a 6 mesi di reclusione, in Appello. E le ragioni erano le stesse di allora. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

  • Salerno a lutto: è morta Serena Greco in un incidente a Roma

  • Ordinanza anti-Covid di De Luca, i commercianti bloccano via Roma: "Il sindaco scenda dal Comune"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento