Non accetta la fine del rapporto e perseguita la ex moglie, fermato uomo di Nocera

Le azioni dell'uomo, consistite in pedinamenti, minacce ed offese, avevano indotto la persona offesa a rivolgersi alla polizia, denunciando quanto le stava accadendo

Perseguitata dall'ex marito, il giudice firma un divieto di avvicinamento. E' il risultato di un'indagine condotta dalla polizia di stato, che ha eseguito una settimana fa un'ordinanza di applicazione di misura cautelare del divieto di avvicinamento ad un uomo di 46 anni, di Nocera Inferiore.

L'indagine

Quest'ultimo, al termine della relazione sentimentale, aveva costretto la sua ex moglie in uno stato di paura, generando nella stessa timore per la propria incolumità, tanto da costringerla a variare le proprie abitudini di vita quotidiana. Le azioni dell'uomo, consistite in pedinamenti, minacce ed offese, avevano indotto la persona offesa a rivolgersi alla polizia, denunciando quanto le stava accadendo. La Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, condividendo le risultanze investigative degli inquirenti, aveva poi chiesto al gip l’emissione di un provvedimento cautelare personale che consentisse alla parte offesa di alleggerire le pressioni ricevute dall’ex marito. Il magistrato, valutata la richiesta della Procura, aveva poi emesso il divieto di avvicinamento a meno di 500 metri  dalla persona offesa, misura applicata nello stesso pomeriggio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento