Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Accusata di aver tentato di uccidere il marito: il tribunale la assolve

Il castello accusatorio è crollato nel mezzo del dibattimento, seguendo la raccolta degli elementi testimoniali che hanno minato le ricostruzioni effettuate dalla Procura

È stata assolta dall’accusa di tentato omicidio nei confronti del marito la 43enne C.B., nocerina difesa dall’avvocato Carmela Novaldi. Il processo celebrato davanti ai giudici del secondo collegio del Tribunale di Nocera Inferiore si è chiuso con l’assoluzione al termine del dibattimento. L'imputata, di 42 anni, era sotto accusa per il tentato omicidio del marito e fu sottoposta a un programma di affido ai servizi sociali con i figli minori. Secondo le accuse, aveva impugnato un coltello per poi scagliarsi contro il marito, per ragioni personali legate a gelosia e difficoltà coniugali.  L’uomo era finito in ospedale per un intervento d’urgenza, mentre lei era stata arrestata

Lo stesso tribunale di Nocera Inferiore aveva respinto in prima battuta la richiesta di rito alternativo presentata dalla legale, dando esecuzione al decreto di giudizio immediato precedentemente accordato dal Gip sulla base di una prova evidente raccolta dall’accusa. Poi era cominciata la fase cruciale, con l’ascolto dei testi in aula convocati a deporre dalle parti. Il castello accusatorio è crollato nel mezzo del dibattimento, seguendo la raccolta degli elementi testimoniali che hanno minato le ricostruzioni effettuate dalla Procura. Con le motivazioni sarà più chiaro il ragionamento fatto dai giudici del collegio nocerino. L’episodio venne in un appartamento ubicato tra via Siniscalchi e via Gelsi, nel lontano 2014

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusata di aver tentato di uccidere il marito: il tribunale la assolve

SalernoToday è in caricamento