rotate-mobile
Cronaca Nocera Inferiore

Neve e crolli: caos al tribunale di Nocera Inferiore

Per due giorni la neve blocca le udienze tra collegio e Gip. Al giudice di pace, invece, per la seconda volta crolla la contro soffittatura per infiltrazioni d'acqua

Udienze sospese per i disagi provocati dalla neve. Lo ha stabilito ieri mattina il presidente del tribunale di Nocera  Inferiore, Catello Marano, che ha di fatto impedito la celebrazione delle udienze monocratiche, collegio e Gip per le condizioni meteorologiche delle prime ore di ieri mattina. I primi disagi si sono registrati già due giorni fa, con alcuni giudici impossibilitati a giungere presso il palazzo di giustizia in via Falcone, a causa di strade bloccate da notevoli quantità di neve. Qualcuno ci è riuscito, altri hanno invece informato le cancellerie da casa. Il risultato è stato il rinvio di tutte le udienze, con la fissazione di una nuova data utile. Anche le sentenze sono state rinviate a nuova data, come quella che si attendeva per un maxi processo per associazione finalizzata allo spaccio. I disagi non sono mancati neanche in termini strutturali, con un nuovo cedimento - è il secondo del mese – nell’ufficio che ospita i giudici di pace. Un pannello della controsoffittatura ha ceduto, probabilmente per infiltrazioni d’acqua. A crollare una tubatura. Lo scorso 8 febbraio c’era stato il primo crollo. Nessun ferito in entrambi i casi, ma un’emergenza che si aggiunge ad emergenza, in una due giorni di paralisi totale per le attività del tribunale.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve e crolli: caos al tribunale di Nocera Inferiore

SalernoToday è in caricamento