Trova lavoro attraverso Facebook come mediatore, poi scopre l'inganno: donna a processo

E’ finita a processo una donna di 43 anni di Trieste, D.B. , che dovrà difendersi dall’accusa di truffa in concorso. La donna si sarebbe servita di complici, mai identificati

Aveva ottenuto un lavoro dopo aver consultato un’inserzione su internet. Poi aveva scoperto di essere stata truffata. E’ finita a processo una donna di 43 anni di Trieste, D.B. , che dovrà difendersi dall’accusa di truffa in concorso. La donna si sarebbe servita di complici, mai identificati. I fatti risalgono all'11 luglio del 2019, a Nocera Inferiore. La vittima, una donna di 30 anni, aveva risposto ad una proposta di lavoro online per la vendita di abbigliamento. Lo stipendio mensile era di 450 euro.

L'inganno

Questo recitava l'inserzione di un annuncio su Facebook. La ragazza fu però indotta in errore, perchè dopo aver concluso gli accordi, riuscì a concludere in qualità di mandataria circa 30 vendite, con tanto di pagamento su specifica postepay intestata all'imputata. Quest'ultma, però, non consegnò la merce a chi l'aveva acquistata. E ottenendo così i soldi e procurando un danno alla persona offesa. La denuncia della ragazza portò i carabinieri a risalire all'identità dell'attuale imputata, finita ora a processo. Il dibattimento si aprirà il prossimo 5 maggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Curiosità, coppia del salernitano si ricongiunge da Maria De Filippi

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • Ritorno a scuola, De Luca firma la nuova ordinanza: ecco cosa prevede

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento