Cronaca Nocera Inferiore

Usura ed estorsione ad un barbiere di Nocera, l'indagato si difende davanti al gip

Assistito dal proprio avvocato, l'indagato ha spiegato la legittimità dei suoi comportamenti, chiarendo la provenienza dei soldi e i rapporti che c'erano con la vittima

Si è difeso dalle accuse mosse dalla Procura, ieri mattina dinanzi al gip, l'uomo di 68 anni, arrestato per usura pluriaggravata e di altri episodi di estorsione, avvenuta o tentata. Assistito dal proprio avvocato, l'indagato ha spiegato la legittimità dei suoi comportamenti, chiarendo la provenienza dei soldi e i rapporti che c'erano con la vittima

I dettagli

Le indagini erano partite dopo la denuncia di un parrucchiere: aveva dovuto ricorre ad un prestito per fronteggiare le spese di apertura del salone, perché era venuta meno all'improvviso la possibilità di accedere ad un finanziamento regionale. Così si era rivolto all'usuraio, che gli aveva praticato tassi d'interesse sempre più alti. Lo aveva fatto dopo due richieste consecutive di denaro, per un totale di 50mila euro. Per la restituzione, l'indagato aveva poi preteso rate mensili con un tasso d'interesse fino al 120%, di gran lunga superiore alla soglia in vigore. La vittima aveva dichiarato di aver corrisposto 130mila euro e di aver interrotto il pagamento per l'impossibulità di soddisfare le pretese che erano diventate sempre più esorbitanti. Le indagini accertarono poi che la vittima era sotto pressione e vittima di minacce,  al punto da aver temuto anche per la propria salute e per il negozio, perché a più riprese l'indagato aveva minacciato di incendiarlo. La persona arrestata aveva anche prospettato l'intervento della crimanlità organizzata nocerina, se il debito non fosse stato saldato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usura ed estorsione ad un barbiere di Nocera, l'indagato si difende davanti al gip

SalernoToday è in caricamento