Cronaca

Nocera Inferiore, usura ed estorsione: mandato d'arresto per l'ex boss Mariniello

Nel mirino c'è finito il gruppo, su base familiare, che farebbe capo a Macario Mariniello, affiliato prima alla NCO e poi alla Nuova Famiglia. Trasferito in Spagna da un anno, ora su di lui pende un mandato d'arresto europeo

Usura ed estorsione aggravata dal metodo mafioso: mandato d'arresto internazionale per Macario Mariniello, ex cutoliano ed esponente della Nuova Famiglia. L'operazione condotta dai carabinieri del Ros e coordinata dal sostituto procuratore della Dda, Vincenzo Senatore, si è concretizzata questa mattina con cinque misure cautelari firmate dal gip Stefano Berni Canani del tribunale di Salerno. Le indagini, che avevano già visto una serie di perquisizioni a maggio 2016 e febbraio 2018, hanno permesso di rinvenire importante documentazione costituita da più quaderni e vari appunti manoscritti riportanti nominativi ed indicazioni di cifre al loro fianco. Il cosiddetto "libro mastro", nonchè buoni fruttiferi postali, assegni bancari, cambiali per valore di circa 345mila euro e denaro contante per un valore di circa 62mila euro, frutto dell'attività illecita

Il gruppo di Macario Mariniello

Nel mirino c'è finito il gruppo, su base familiare, che farebbe capo a Macario Mariniello, affiliato prima alla NCO e poi alla Nuova Famiglia, considerato elemento di spicco dell'omonimo sodalizio criminale di matrice camorristica, che, coadiuvato da Maria Teresa Pellegrino, la consorte, e dai cognati Maurizio e Gaetano Pellegrino, era dedito al prestito di ingenti somme di denaro con l'applicazione di tassi di interesse ad usura. In particolare nei confronti di Vincenzo Del Grande

Il gruppo non avrebbe esitato ad impiegare metodi violenti per l'esazione dei crediti. Del Grande, in particolare, privo di una propria capacità economica, si avvaleva delle somme ricevute in prestito da terzi per operare a sua volta, a Nocera Inferiore, illecita attività bancaria e di prestito a tassi d'usura. Macario Mariniello, trasferitosi in Las Palmas de Gran Canaria in Spagna nel 2017, è destinatario di un amandato d'arresto europeo. Nella stessa indagine, è indagato anche il fratello di Macario, Giuseppe, considerato socio occulto di Mario Tedesco, amministratore unico della Nocerina Calcestruzzi srl. Giuseppe avrebbe intestato fittiziamente il 25% della quota della società alla compagna. In passato, è stato condannato per associazione di stampo mafioso ed è sottoposto a sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per tre anni. L'accusa nei suoi riguardi era mirata - secondo quanto riferito in una conferenza stampa di questa mattina - la normativa sull'applicazione delle misure di prevenzione patrimoniale

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nocera Inferiore, usura ed estorsione: mandato d'arresto per l'ex boss Mariniello

SalernoToday è in caricamento