Cronaca

Concorso per tenenti "truccato": la procura fa ricorso contro l'assoluzione

In primo grado gli imputati furono tutti assolti

Concorso "truccato" per vigili urbani: la Procura di Nocera Inferiore fa appello contro l’assoluzione del tribunale. Il sostituto Giuseppe Cacciapuoti, oltre alla parte civile rappresentata dal legale Giuseppe Mauriello, ha presentato ricorso chiedendo la condanna dell’attuale comandante dei vigili ad Angri, Anna Galasso, i vigili nocerini Carmine Fortino, Prisco Petrosino e Andrea D'Elia e i membri della commissione Luigi Di Muro e Fiorentino Mastroberti. Secondo l’organo inquirente, per il resto degli imputati vi sarebbero elementi di colpevolezza, per il concorso valido per il grado di tenente svolto nel 2009 a Nocera Inferiore. I partecipanti erano accusati di aver avuto le tracce della prova in anticipo, svolta - per alcuni - attraverso computer portatili introdotti all’interno dell'aula della scuola Solimena. I sei erano stati assolti dai giudici, non essendo stata materialmente dimostrata la prova di aver truccato il concorso. Con l’accusa - secondo sentenza - basata solo su un clima di sospetti, percezioni e interpretazioni. Al termine del processo, la procura aveva chiesto una condanna per tutti ad un anno e sei mesi per il reato di falso. Ora il ricorso, in attesa di fissazione in Corte d’Appello

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso per tenenti "truccato": la procura fa ricorso contro l'assoluzione

SalernoToday è in caricamento