menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bando per "favorire" impresa nella gestione delle multe: due assoluzioni

Finisce con una doppia assoluzione il processo che vedeva imputati per abuso d'ufficio Giorgio Tomassetti e Ciro Ascione, il primo funzionario all'epoca del comando di polizia municipale e il secondo, legale rappresentante di una ditta

Finisce con una doppia assoluzione il processo che vedeva imputati per abuso d'ufficio Giorgio Tomassetti e Ciro Ascione, il primo funzionario all'epoca del comando di polizia municipale e il secondo, legale rappresentante di una ditta che - secondo le accuse - avrebbe beneficiato di un appalto dal Comune di Nocera Superiore. Le accuse mosse e racchiuse in un periodo compreso tra il 15 febbraio e il 6 settembre 2011 dal pm Roberto Lenza, erano concentrate sull'affidamento del servizio di gestione delle multe.

L'indagine

Lo stesso fu affidato al Consorzio Urbania Viver la Città, che avrebbe dunque ottenuto un ingiusto vantaggio patrimoniale in virtù - secondo l'accusa - della posizione di Sara Narducci, nuora di uno dei due imputati, a completare quella presunta triangolazione di favori. Ciro Ascione, in questo caso,rivestiva il ruolo di rappresentante del Consorzio. Le motivazioni della sentenza saranno depositate entro i prossimi mesi. Il processo rappresentava uno stralcio di un'attività d'indagine più estesa che abbracciò il comune di Nocera Superiore, e l'ex sindaco Gaetano Montalbano. Le altre accuse, finite con un non luogo a procedere dinanzi al gup, riferivano di assunzioni presso il consorzio parcheggi "Urbania", in cambio di una quota di posti destinati al pagamento con le strisce azzurre che ignorava il venti per cento riservato per legge alla sosta libera, delimitata dalle righe bianche

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento