menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Traffico di droga tra Salerno e l'Agro: torna libero un 50enne nocerino

Già in fase di ordinanza, era venuta meno la contestazione che vedeva l'indagato interno ad un'associazione finalizzata allo spaccio di droga

Torna libero Alfonso Marano, 50enne di Nocera Superiore, coinvolto nell'ultimo blitz della Dda per un traffico di droga sull'asse Salerno-Napoli, con ramificazioni nell'Agro nocerino e zone del casertano. L'uomo, difeso dai legali Anna Manzo e Mario Gallo, è stato liberato dagli arresti domiciliari.

La posizione

Già in fase di ordinanza, era venuta meno la contestazione che vedeva l'indagato interno ad un'associazione finalizzata allo spaccio di droga. Pur con il parere negativo della Procura, il gip ha accolto l'istanza dei difensori, sottolineando l'assenza di pericolosità del soggetto e l'estraneità - documentata dai difensori - ai fatti contestati, basati su una sola telefonata, con uno degli indagati salernitani. Inoltre, per motivi prettamente di salute, vi era stata una "recisione", così come spiegato dal giudice, con l'uso di stupefacenti. Sullo sfondo c'è l'indagine che agli inizi di febbraio registrò un blitz nei riguardi di una organizzazione criminale specializzata nel traffico illecito di sostanze stupefacenti, radicata su tutto il territorio di Salerno e provincia, con ramificazioni anche nell'hinterland napoletano. L'operazione fu condotta dalla Squadra Mobile di Salerno. L'attività di spaccio dell'organizzazione non si era fermata neanche durante il periodo del “lockdown” ed in presenza delle misure di contenimento adottate per la prevenzione ed il contrasto alla diffusione del Covid. Quarantacinque le persone indagate, accusate a vario titolo di traffico di droga ma anche di spaccio semplice. Nello specifico, la Dda aveva delineato i profili di persone appartenenti a tre sodalizi criminali differenti, capaci di riversare massicciamente, in modo costante e sistematico, sostanze stupefacenti in diversi quartieri della città e dei comuni limitrofi, disvelando nel contempo le illecite attività connesse all’acquisto, trasporto, detenzione, lavorazione, confezionamento, vendita e cessione di sostanze stupefacenti, del tipo cocaina, hashish, crack e marijuana. Nei prossimi giorni il Tribunale del Riesame analizzerà le posizioni di molti degli indagati che hanno presentato ricorso avverso l'ordinanza del gip.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

  • social

    Promozione culturale, pubblicato l'avviso della Regione Campania

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento