rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Cava de' Tirreni

Estorsioni e furti a danno di imprese di calcestruzzo, prescrizione cancella accuse per 5

Il Tribunale di Nocera Inferiore ha dichiarato estinti i reati. Le indagini partirono nel 2008, a seguito di un incendio appiccato ai mezzi di una società di calcestruzzo di Nocera Superiore.

Raid, minacce e furti a danno di imprese di calcestruzzo, tra Cava e l'Agro nocerino sarnese. La prescrizione cancella il processo per cinque persone, coinvolte in una maxi indagine dell'Antimafia - caduta anche l'aggravante mafiosa - riguardo un clan di camorra nel napoletano. 

Le accuse

Le cinque posizioni erano state stralciate dal procedimento principale, concentrato su di un'associazione a delinquere finalizzata alla commissione di incendi, estorsioni, rapine, furti, concorrenza illecita e ricettazione nel settore del mercato del calcestruzzo. Il Tribunale di Nocera Inferiore ha dichiarato estinti i reati. Le indagini partirono nel 2008, a seguito di un incendio appiccato ai mezzi di una società di calcestruzzo di Nocera Superiore. A questi erano seguiti altri episodi, di natura intimidatoria, nei confronti dei titolari. Nel corso di un sopralluogo, i carabinieri trovarono anche un pupazzo impiccato ad un albero. Le accuse erano di tentata estorsione in concorso, finalizzata all’acquisto di veicoli nella disponibilità del sodalizio. In particolare, la sottrazione di un escavatore di proprietà della ditta dell’Agro nocerino finita nel mirino e il furto di un autocarro con beton-pompa, sottratto ad altra ditta. Infine, il furto di un frantoio mobile di pietre, portato via al proprietario, con la successiva richiesta di pagamento attraverso il “cavallo di ritorno” tentato per la restituzione e quello di una Mercedes, portata via con l’asportazione delle schede antifurto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsioni e furti a danno di imprese di calcestruzzo, prescrizione cancella accuse per 5

SalernoToday è in caricamento