Cronaca Nocera Superiore

Rapinò autogrill, nella fuga morì il complice: condannato a 4 anni

La polizia lo aveva trovato il giorno dopo, in un albergo al confine tra Pagani e Nocera. 

E' stato condannato a 4 anni e 8 mesi il 47enne rapinatore che a maggio consumò un doppio colpo insieme ad un complice, poi morto in autostrada durante una fuga a piedi.

Le accuse

Alle ore 22 , nell’area di servizio “Alfaterna” dell’autostrada A3 Napoli/Salerno, i due, di cui uno armato di coltello, avevano commesso una prima rapina ai danni degli addetti all’esercizio di ristorazione dell’autostazione. Subito dopo, avevano tentato la fuga in auto, ma un problema meccanico li aveva costretti a fuggire a piedi. Dopo aver attraversato la carreggiata dell’autostrada, avevano cercato di dileguarsi raggiungendo l’opposta area di servizio. Nell’attraversare l’autostrada dopo aver scavalcato il guardrail uno dei due era stato investito da un’auto che sopraggiungeva su una delle corsie autostradali. Il rapinatore investito, A.F., paganese, era morto sul colpo. L’altro rapinatore, raggiunta l’area di servizio, aveva invece commesso un’ulteriore rapina ai danni dell’esercente, fuggendo poi a piedi attraverso la recinzione autostradale verso la città di Nocera. La polizia lo aveva trovato il giorno dopo, in un albergo al confine tra Pagani e Nocera. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinò autogrill, nella fuga morì il complice: condannato a 4 anni
SalernoToday è in caricamento