Cronaca

Vino adulterato, in 9 rischiano il processo: anche tre salernitani

Rischiano il processo 9 persone che commercializzavano vino di bassa qualità, che veniva poi venduto in Italia e all'estero come Chianti doc, Brunello di Montalcino o Sassicaia

Rischiano il processo 9 persone che commercializzavano vino di bassa qualità, che veniva poi venduto in Italia e all'estero come Chianti doc, Brunello di Montalcino o Sassicaia. La richiesta è stata avanzata dal pubblico ministero Giulio Monferini, dopo aver chiuso le indagini condotte dai carabinieri del Gruppo tutela della salute di Roma e del Nas di Firenze. e coordinata dalla Dda di Firenze

La richiesta di rinvio a giudizio è stata formulata dal sostituto per F.A. , 58 anni di Certaldo, A.B. , 62 anni, nato nel salernitano ma residente a Empoli e A.N. , 58 anni di Nocera Superiore. Tutte e tre vennero arrestati e dal 6 marzo 2017 hanno l'obbligo di dimora. Davanti al gip compariranno anche M.C., 30 anni, di Poggiomarino, A.G. , 57 anni, residente a Viareggio, A.B. , 29 anni di Eboli, P.C. , 56 anni, di Battipaglia , C.M. , 58 anni, residente a Anzio, A.B., 58 anni residente a Empoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vino adulterato, in 9 rischiano il processo: anche tre salernitani

SalernoToday è in caricamento