rotate-mobile
Cronaca Nocera Inferiore

Tentò di uccidere sua madre: condotto in una casa di cura 43enne nocerino

L'uomo, in stato di grave alterazione psicofisica, si era armato di coltello per uccidere sua madre: una tragedia sventata, quella di inizio gennaio, solo grazie al tempestivo intervento del personale di Polizia

E' stato condotto presso una casa di cura e di custodia, B.S, nocerino del '70 che nella notte del 2 gennaio ha tentato di accoltellare la madre. Gli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Nocera Inferiore, diretti dal vice questore aggiunto Giuseppe Marziano, ieri pomeriggio hanno proceduto all’esecuzione dell’ordinanza applicativa della misura di sicurezza.

L’uomo, in stato di grave alterazione psicofisica, si era armato di coltello per uccidere sua madre: una tragedia sventata, quella di inizio gennaio, solo grazie al tempestivo intervento del personale della Squadra Volante del Commissariato. Allora, già fu sottoposto a Trattamento Sanitario Obbligatorio poiché affetto da una malattia mentale, poi aggravatasi sia per la sua riluttanza a praticare la terapia farmacologica che per l’assunzione sistematica di sostanze stupefacenti e alcolici. Sul suo curriculum non  mancano precedenti per violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, rissa ed  altro, oltre che danneggiamento aggravato e guida in stato di ubriachezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentò di uccidere sua madre: condotto in una casa di cura 43enne nocerino

SalernoToday è in caricamento