Nocerina-Foggia, interrogati i tifosi arrestati : in due tacciono, il terzo confessa

Le indagini sono tuttora in corso per riuscire ad individuare tutti i protagonista della violenta rissa ma anche degli autori delle aggressioni contro le forze dell’ordine

Due dei tre tifosi della Nocerina, arrestati dalla Polizia a seguito degli scontri verificatisi fuori dallo stadio in occasione della partita di calcio contro il Foggia,  sono stati rimessi in libertà e sottoposti all’obbligo di dimora a Nocera Inferiore e Nocera Superiore. Hanno rispettivamente 26 e 29 anni ed entrambi erano finiti agli arresti domiciliari e si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Il terzo, che era finito dietro le sbarre con l’accusa di resistenza, è tornato totalmente libero dopo aver ammesso di aver lanciato, insieme a tante altre, delle pietre durante lo scontro tra le tifoserie rivali.

L'inchiesta

Le indagini, però, sono tuttora in corso per riuscire ad individuare tutti i protagonista della violenta rissa  ma anche degli autori delle aggressioni contro le forze dell’ordine. In queste ore gli inquirenti stanno analizzando nei dettagli le telecamere di videosorveglianza per dare un volto a queste persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Suicidio a Salerno, uomo trovato morto in strada: si indaga

  • Incidente a Cassino, grave don Antonio Agovino di Sarno: i fedeli si riuniscono in preghiera

Torna su
SalernoToday è in caricamento