menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Zi' Giovannina

Zi' Giovannina

Cardile di Gioi, zi' Giovannina spegne 100 candeline: i suoi consigli per vivere a lungo

A zì Giovannina è stata consegnata dal primo cittadino di Gioi, dopo la benedizione del parroco, una targa ricordo con gli auguri dell’amministrazione comunale e della comunità

Zì Giovannina, come amichevolmente la chiamano ha spento la sua centesima candelina a Cardile di Gioi, a qualche anno dai  festeggiamenti centenari del marito Pasquale, morto a 103 anni.  Nel Comune capofila del  Progetto Parco Genetico per lo studio delle popolazioni isolate, la cui madrina fu la centenaria Carmelina  Gogliucci, continua così la tradizione dei centanari. Zì Giovannina, nata nella frazione Cardile di Gioi, ha festeggiato insieme ai tre figli, nove nipoti e  dieci pronipoti, con numerosi amici. Una persona disponibile e lavoratrice ben voluta da tutta la comunità. Al compleanno hanno partecipato  pure il sindaco, Andrea Salati e il parroco, don Angioletto Imbriaco, con il vicesindaco, Valerio Rizzo, e il Consigliere delegato, Nicola Nastasi. A zì Giovannina è stata consegnata dal primo cittadino di Gioi, dopo la benedizione del parroco, una targa ricordo con gli auguri dell’Amministrazione Comunale e della comunità. 

La centenaria, particolarmente emozionata, ha ringraziato tutti esprimendo tutta la sua soddisfazione per aver raggiunto i cento anni: “Godo di buona salute - ha detto - perché ho mangiato sempre cibi genuini coltivati con le mie mani, ma anche trascorrendo buona parte della giornata all’aria aperta”.  “Nel solco dello studio genetico che ha evidenziato fra l’altro la longevità nelle popolazioni cilentane - ha osservato il sindaco Andrea Salati - zì Giovannina ha preso il testimone dal marito e si affianca ai centenari del Cilento interno per affermare una volta di più come questa parte di territorio è davvero il simbolo dell’immortalità. Area dove la Civiltà Contadina ha attecchito i suoi contenuti più veri della dieta mediterranea collinare in questi straordinari personaggi, in barba all’attualità della società del benessere che li vuole mettere a repentaglio", ha concluso il primo cittadino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento