menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Capodanno, finisce a coltellate la lite tra un ultras e uno straniero

Un 54enne, considerato vicino agli ambienti della Salernitana, è stato colpito all'avambraccio mentre sparava i fuochi d'artificio vicino la villa comunale. Poco dopo un altro ferito

Potevano finire in tragedia i festeggiamenti celebrati in Piazza Amendola la notte di San Silvestro. Intorno all’una, infatti, un uomo di 54 anni, E.L. le sue iniziali, considerato vicino agli ambienti degli ultras della Salernitana, è stato accoltellato all’avambraccio mentre sparava i fuochi d’artificio in via Roma, nei pressi della villa comunale. Da quanto si apprende il 54enne ha iniziato a litigare con un uomo dell’Est europeo infastidito dal rumore dei fuochi. Dopo aver discusso per qualche minuto lo straniero ha cacciato improvvisamente un coltello dalla tasca ferendo l’ultras granata, che è stato subito soccorso da un’ambulanza del 118.

Ma poco  dopo un uomo, sempre di origine straniera (probabilmente ucraino) ha chiesto aiuto alla postazione mobile della Croce Rossa dicendo di essere stato accoltellato. A questo punto non è escluso che l’aggressione sia stata una ritorsione del primo accoltellamento. L’uomo ha riportato un taglio di circa mezzo centimetro all’altezza del rene destro, ma non è in pericolo di vita. Su quanto accaduto indagano le forze dell’ordine che non escludono alcuna ipotesi. I due accoltellamenti potrebbero essere collegati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento