La notte delle edicole: presidio dei giornalai contro la crisi

Salerno e provincia aderiranno alla manifestazione nazionale indetta dal Sinagi, il sindacato nazionale dei giornalai d'Italia. In città, presidio nell'edicola Ansalone, sotto i portici del Comune

"Una lanterna nel buio: luci accese nella notte per raccontare la nostra crisi ai lettori, alle istituzioni, agli editori". I giornalai di Salerno e provincia si raduneranno in presidio mercoledì sera, 29 gennaio, sotto i portici di Palazzo di Città: aderiranno compatti a "La notte delle edicole", l'iniziativa di protesta e sensibilizzazione indetta dal Si.Na.G.I., il Sindacato Nazionale Giornalai d’Italia. In tanti Comuni, dalle ore 20.30, si accenderanno le insegne delle edicole. Accadrà mentre l'attività di produzione degli articoli e di verifica delle notizie sarà in pieno fermento nelle redazioni dei giornali.

La protesta

A Salerno, i giornalai hanno preferito radunarsi e individuare un luogo simbolo della protesta. E' stata scelta l'edicola Ansalone, in via Roma, sotto i portici del Comune, per motivi logistici: si trova in pieno centro cittadino; sarà per una notte il luogo di incontro, di dibattito non solo tra edicolanti ma anche con i cittadini, le associazioni, la comunità dei lettori, le istituzioni. "L'iniziativa - spiega il sindacato - mira a sensibilizzare e richiamare l’attenzione del mondo politico, delle amministrazioni locali, dei media e dei cittadini sulla drammatica situazione che sta travolgendo tutte le edicole italiane. Una grave crisi che non riguarda solo gli edicolanti ma interessa il tessuto sociale di una città e la cultura e la democrazia di una nazione".

Il "ruolo" dell'edicola

E' un luogo di incontro, è un presidio, una lanterna accesa sulla democrazia. Mercoledì 29 gennaio, tra caffé e sigarette, non prenderà forma una notte di lotta ma di dibattito, a difesa del pluralismo dell'informazione. A Napoli, insegne accese nella edicola di via Scarlatti, che ospiterà il presidio. A Salerno, l'edicola di via Ansalone sarà "lanterna accesa": hanno già aderito tanti edicolanti della zona orientale, tutti uniti nella crisi. Il tam tam è già cominciato. Prosegue anche la raccolta firme dei cittadini per l'appello al Presidente della Repubblica. Le firme verranno consegnate nel corso di un incontro richiesto dal Sinagi nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona rossa: spostarsi in un altro comune? Per la spesa sì, per il parrucchiere no

  • Litorale di Salerno, spunta la diga soffolta per allungare la spiaggia

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • "Forza Capitano!": Salerno fa il tifo per Carmine Novella

  • Ictus fulminante: muore a 54 anni il dottor Luongo, il cordoglio del sindaco di Montano Antilia

Torna su
SalernoToday è in caricamento