Cronaca

Mercato San Severino, annunciati il rinnovo del Pronto Soccorso e nuovi medici

All’incontro hanno partecipato anche i delegati RSU del presidio ospedaliero di Curteri, per rappresentare alcune criticità e sollecitare soluzioni

Importante incontro per la sanità della Valle dell'Irno, ieri, tra il sindaco di Baronissi Gianfranco Valiante, il consigliere comunale delegato alla sanità Antonio Rocco e il Direttore Generale della struttura ospedaliera di Salerno, Antonio Longo. A gennaio sarà inaugurato il rinnovato Pronto Soccorso al Curteri di Mercato San Severino, mentre è in arrivo nuovo personale medico per potenziare reparti di eccellenza.

L'incontro

All’incontro hanno partecipato anche i delegati RSU del presidio ospedaliero di Curteri, per rappresentare  alcune criticità e sollecitare soluzioni. A giorni, dunque, verranno assegnati quattro letti nuovi elettrificati per la rianimazione ed è  anche partita la gara l’acquisto e la dotazione in chirurgia di letti per pazienti  bariatrici. In corso la sostituzione dei nuovi materassi per degenti in tutti i reparti.

Il personale

In merito al personale, il  direttore generale Longo  ha assicurato agli amministratori di Baronissi l’assegnazione di nuovi medici per i reparti di Urologi, Dialisi e Nefrologia, due nuovi posti all’interno del pronto soccorso e una nuova unità medica in Otorinolaringoiatria.

La soddisfazione del sindaco Valiante

Siamo particolarmente soddisfatti dell’impegno della direzione generale per assicurare al vasto territorio della Valle dell’Irno una struttura sanitaria moderna e accessibile, per garantire la centralità del bisogno e della domanda dei pazienti. Curteri è un presidio di eccellenza che va tutelato: la riorganizzazione è fondamentale per offrire nuovi ed importanti servizi da garantire ad un’utenza quanto più ampia possibile. Grazie al direttore generale dott. Longo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato San Severino, annunciati il rinnovo del Pronto Soccorso e nuovi medici

SalernoToday è in caricamento