Andavano in giro con un'auto usata per compiere furti: denunciati due clandestini ad Olevano

Si tratta di due marocchini, privi di permesso di soggiorno, che, ieri pomeriggio, sono stati fermati e controllati dai carabinieri

Nel tardo pomeriggio di ieri due marocchini clandestini, privi di permesso di soggiorno, sono stati fermati nei pressi della Stazione Carabinieri nel comune di Olevano sul Tusciano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I controlli

I due erano a bordo di un’automobile (Fiat Punto), risultata rubata, e segnalata alle forze dell’ordine in quanto utilizzata per compiere furti. Dopo l’identificazione sono stati denunciati per ricettazione e rimessi in libertà dall’Autorità Giudiziaria. La vettura, invece, è stata sequestrata e restituita al legittimo proprietario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

  • Salerno a lutto: è morta Serena Greco in un incidente a Roma

  • Ordinanza anti-Covid di De Luca, i commercianti bloccano via Roma: "Il sindaco scenda dal Comune"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento