rotate-mobile
Cronaca Scafati

Canottaggio: Abbagnale, il campione di Scafati sarà escluso dalle Olimpiadi

Ad annunciarlo, il padre dell'atleta Giuseppe Abbagnale, mito del canottaggio azzurro e oggi presidente della federazione italiana: ecco perchè non potrà gareggiare

Ha lasciato tutti di stucco Giuseppe Abbagnale, mito del canottaggio azzurro e oggi presidente della federazione italiana: suo figlio Vincenzo, scafatese campione del mondo e capovoga dell'otto in vista di Rio 2016, sarà con ogni probabilità squalificato per doping e non sarà all'Olimpiade di Rio de Janeiro. Come reso noto dal padre, il giovane atleta ha, infatti, saltato tre controlli antidoping e da regolamento questo costa da uno a due anni di squalifica.

Chi è Vincenzo Abbagnale. L'atleta inizia la sua carriera nel 2004, all'età di undici anni, presso il Circolo Nautico Stabia. Fino ai 16 anni conquista già 6 titoli italiani. A soli 16 anni esordisce in campo internazionale con il primo Campionato del mondo Junior a Brive-la-Gaillarde conquistando la medaglia di bronzo. Seguiranno altre due medaglie di bronzo ai due successivi Campionati mondiali Junior 2010 e 2011, rispettivamente a Ra?ice e ad Eton. Partecipa così a mondiali giovanili fino al 2012. Il 2013 è l'anno in cui emerge a livello mondiale. Conquista infatti, ben due Campionati del mondo, uno nella categoria Under 23, e uno pochi mesi più tardi, nella categoria Assoluti. Ad oggi, ha poi conquistato ancora un titolo mondiale Under 23 nel 2014 e un 7º posto ai Campionati del mondo Assoluti, sempre nello stesso anno, oltre a vari titoli italiani per un totale di 15 titoli italiani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canottaggio: Abbagnale, il campione di Scafati sarà escluso dalle Olimpiadi

SalernoToday è in caricamento