Omicidio Elisa Claps, Franco Roberti: "L'appello confermi il primo grado"

Il procuratore della Repubblica di Salerno auspica che si arrivi presto alla fine e con la condanna, anche in Appello, per il condannato in primo grado Danilo Restivo

"Auspichiamo che questo processo arrivi alla parola fine" così il procuratore della Repubblica di Salerno Franco Roberti in merito al processo di appello a carico di Danilo Restivo, condannato a 30 anni in primo grado e con rito abbreviato per l'omicidio di Elisa Claps; il processo inizierà il prossimo 20 marzo presso il tribunale di Salerno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Lavoriamo - ha aggiunto Roberti a margine di un incontro organizzato a Salerno in occasione della giornata in memoria dell'assassino di don Giuseppe Diana - affinché il processo di appello abbia un esito conforme al giudizio di primo grado con l'affermazione di responsabilità di Restivo. Naturalmente tutto è rimesso al giudizio della corte di Appello ma abbiamo fiducia in un risultato positivo per l'accusa di conferma della precedente condanna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • Va in Brasile per far visita alla figlia e non riesce più a tornare: l'appello di un salernitano alle istituzioni

  • De Luca ospite di Gramellini su Rai 3: dalla Campania sicura, ai "raddrizzatori di banane"

  • Incidente a Pontecagnano, morte cerebrale per il 37enne

Torna su
SalernoToday è in caricamento