Omicidio di Elena Ceste: trent'anni al marito, il vigile di Angri

L'appello di Buoniconti che continua a dichiararsi innocente è caduto nel vuoto: secondo il giudice l'ha uccisa lui

I coniugi

Trent’anni di pena: nessuno sconto per l'omicidio di Elena Ceste. Secondo il giudice Roberto Amerio l'assassino è il marito, Michele Buoninconti, operaio di Angri. La sentenza a porte chiuse, al termine del processo con rito abbreviato, è arrivata dopo oltre tre ore di camera di consiglio.

L'appello di Buoniconti che continua a dichiararsi innocente è caduto nel vuoto. Soddisfatti per la sentenza i legali della famiglia, Debora Abate Zaro e Carlo Tabbia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Roccadaspide, raccoglie castagne cadute sulla strada: minacciato con un'ascia per il "furto"

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento