Omicidio Claps, al via il processo d'appello: la diretta minuto dopo minuto

L'uomo è stato condannato a 30 anni, in primo grado e con rito abbreviato, per l'omicidio della giovane studentessa potentina Elisa Claps, nel novembre del 2011

13.46 - "Restivo è stato impermeabile. Questo è l'unico termine che lo può definire. Non ha avuto reazioni neanche quando la mamma di Elisa, Filomena, si è seduta accanto alla gabbia dove stava Restivo e ha messo sul banco la foto della figlia" così l' avvocato della famiglia Claps Giuliana Scarpetta all'uscita dall'aula della corte di Assise di Appello di Salerno per il processo di appello a Danilo Restivo. "L' udienza - aggiunge l'avvocato - è andata bene. E' stata fatta la relazione del giudice relatore, una relazione molto precisa e puntuale com'è il dottor Siano, persona molto preparata. Adesso il tutto è stato rinviato al 26 marzo per sentire le altre parti. Il 26 marzo ci sarà la requisitoria del Procuratore Generale, mentre il 9 ci sarà la discussione delle parti civili e dei difensori". Su Restivo l'avvocato Giuliana Scarpetta ha aggiunto: "Non ha parlato oggi in aula. D'altra parte la Corte ha deciso che esaminerà tutte le questioni insieme al merito, per cui si discuterà tutta la causa, poi loro si ritireranno e decideranno anche su queste richieste. Non ho idea se lui deciderà di parlare, anche se la richiesta di sottoposizione all'esame è stata avanzata. Il presidente stamattina, all'esito della relazione ha invitato Restivo a fare dichiarazioni spontanee. Se vuole può farle in qualsiasi momento, ma da parte sua non c'è stato alcun cenno".

13.39 - "Danilo Restivo ci ha detto che è sereno, tranquillo e che ha fiducia bella giustizia. Ha poi ribadito la sua innocenza" così Alfredo Bargi e Marzia Scarpelli, difensori di Restivo, al termine della prima udienza del processo di appello. "Restivo ha anche ribadito che ha molto rispetto per il dolore della famiglia Claps" ha aggiunto Bargi.

13.15 - E' terminata l'udienza del processo di appello sull' omicidio di Elisa Claps. Fissate anche le prossime udienze: il 26 marzo, quando ci sarà la requisitoria del pm della Procura Generale ed il 9 aprile. Restivo - blindato dagli agenti della polizia penitenziaria - sta per essere nuovamente trasferito al carcere di Salerno, zona Fuorni.

11.31 - "Io sono un moscerino, lui un gigante ma io non ho paura di Danilo Restivo e voglio incontrarlo, voglio parlargli" è decisa la signora Filomena, madre di Elisa Claps, oggi a Salerno nell'aula dove si sta svolgendo il processo d'appello per l'omicidio di sua figlia: la donna non ha quasi mai smesso di guardare in faccia Danilo Restivo, unico imputato per la morte di sua figlia. Ha esposto sul banco la foto di sua figlia Elisa che Restivo "ha per un attimo guardato con la coda dell'occhio". "Pensavo di incontrare i genitori di Restivo, pensavo che venissero - ha aggiunto - ma né qui né in Inghilterra c'erano. Dopo due anni volevo vedere quel mostro e quel serpente che hanno concepito". "Ribadisco - ha aggiunto Filomena - che voglio incontrare a quattr'occhi Danilo Restivo - ha concluso - glielo chiederò se mi daranno l'opportunità di farlo. So solo che deve marcire in un carcere inglese, quello è il suo posto".

11.15 - Si è voluta sedere accanto a Restivo, mamma Filomena che ha messo una foto della figlia sul banco dove è seduta, proprio accanto all'unico imputato dell'omicidio di sua figlia Elisa. Secondo il legale dei Claps, Giuliana Scarpetta, Restivo si sta mostrando impassibile e non ha mai rivolto lo sguardo verso Filomena.

10.58 - "E' impassibile, da quando è in aula Danilo Restivo non ci ha mai guardato in faccia". A dirlo é Gildo Claps, che a Salerno sta prendendo parte al processo di appello per l'omicidio di sua sorella Elisa. "Ha lo sguardo basso, quasi come se quello che sta accadendo non lo riguardasse - ha aggiunto Gildo - al momento non ha detto assolutamente nulla, c'é il giudice a latere che sta tenendo la sua relazione".

10.33 - "Non sarà facile guardare negli occhi Restivo soprattutto quando rilascerà le sue dichiarazioni farneticanti" così Gildo Claps, fratello di Elisa, questa mattina, prima dell'inizio del processo d'appello, al tribunale di Salerno. "Ci lascia tanta amarezza e tanto dolore sentire che la considerava un'amica. Restivo non deve neanche permettersi di nominare mia sorella Elisa. Dopo venti anni in cui si è nascosto ed è sfuggito alla giustizia lui non deve dire che Elisa era una sua amica. E' scandaloso. Io spero che guardarlo negli occhi sia utile ma purtroppo credo continuerà la linea difensiva che ha sempre avuto da venti anni a questa parte. Ovvero che non è stato l'ultimo a vederla e che quando l'ha lasciato era ancora viva" ha aggiunto Gildo Claps.

10.27 - "Sappiamo che è già stata fatta giustizia, siamo certi che il processo regge perché ci sono delle prove davvero schiaccianti" queste le parole del legale della famiglia Claps, Giuliana Scarpetta, prima di entrare nell'aula della Corte di Assise di Appello di Salerno per il processo di appello a Danilo Restivo. "Entriamo nel vivo - aggiunge l'avvocato - del processo di appello. Siamo molto, molto sereni. Per questo delitto ci sono più firme dell'accusato: c'è il taglio dei capelli, la prima firma e poi il Dna". Informata dai giornalisti che l'avvocato che difende Restivo (Alfredo Bargi) contesta le perizie, Giuliana Scarpetta ha dichiarato: "C'é poco da contestare, anzi, quello è stato un lavoro di alta scienza". Sulla presenza di Restivo in aula aggiunge: "Mi fa piacere che sia venuto. Gli abbiamo dato questa possibilità anche in primo grado ma non ne ha mai voluto sapere e non è mai voluto intervenire neanche in videoconferenza. Ora aspettiamo, sono ansiosa di vederlo e, se possibile, di fargli tante domande. Vorrei anche - aggiunge l'avvocato Scarpetta - che lui dicesse la verità su tutto e, in particolare, su quelle che sono le coperture che ha avuto. E' tutto chiaro sull'omicidio e sulle modalità. Quello su cui stiamo ancora lavorando e su cui lui potrebbe essere utile è dirci il nome e cognome di chi lo ha coperto".

10.06 - Danilo Restivo è entrato nell'aula numero 219 della corte d'Assise di Appello a Salerno, dove sta per iniziare il processo di appello sull'omicidio di Elisa Claps: processo nel quale Restivo è l'unico imputato. Maglioncino celeste e jeans, Restivo, accompagnato dagli agenti penitenziari, è entrato in aula senza dire assolutamente nulla.

10.05 - "Non contesto le perizie ma ritengo che ci siano spazi lasciati scoperti e ci sia anche un problema sulla perizia medico-legale che va approfondita" ha aggiunto Alfredo Bargi. "I punti della mia linea difensiva - spiega l'avvocato - sono diversi. C'è un problema scientifico e un problema di prova, di attendibilità delle dichiarazioni, degli elementi di indagine raccolti, come avviene in tutti i processi. In particolare anche l'attendibilità del risultato scientifico della valutazione delle tracce del Dna. Non credo - rimarca l'avvocato - che la famiglia di Restivo prenderà parte al processo. Il mio cliente desidera che si trovi il colpevole ed è addolorato per la vicenda".

10.01 - Restivo è innocente e spera che al più presto si trovi il colpevole per l'omicidio di Elisa. É addolorato per la sua famiglia" queste le parole di Alfredo Bargi, avvocato difensore di Danilo Restivo, davanti al tribunale di Salerno. "Ho visto il mio cliente a Rebibbia e abbiamo parlato del processo - ha aggiunto Bargi - Poi a Fuorni non ho avuto occasione di incontrarlo. E' probabile che il mio cliente farà una dichiarazione spontanea, ma non oggi - aggiunge l'avvocato - visto che l'interrogatorio dipende dalla Corte. Io preferirei l'esame dell'imputato. Preferisco che si faccia un esame a tutto campo. E Restivo risponderà a tutte le domande".

09.52 - "Se sono pronta? Sono sempre pronta a guardare in faccia Danilo Restivo" così la mamma di Elisa Claps, Filomena, prima dell'inizio del processo d'appello per l'omicidio di Elisa Claps, che vede come unico imputato Danilo Restivo.

Omicidio Elisa Claps, è il giorno del processo d'appello: a un anno e mezzo dalla condanna a 30 anni inflitta - in primo grado e con rito abbrevviato - a Danilo Restivo, si torna a dibattere nelle aule del tribunale di Salerno a proposito della morte della giovane studentessa potentina Elisa Claps. Danilo Restivo è arrivato in tribunale intorno alle 8. Il giovane è difeso dall'avvocato Alfredo Bargi.

Restivo, nei giorni scorsi, era stato trasferito dal carcere di Rebibbia a quello di Salerno Fuorni. Di "ennesimo strazio", a proposito della possibilità di incontrare Restivo nell'aula del processo, aveva parlato il fratello di Elisa Claps, Gildo. Il legale della famiglia Claps, Giuliana Scarpetta, si è detta tranquilla per una conferma della condanna di Danilo Restivo. Sulla vicenda, nei giorni scorsi, è intervenuto anche il procuratore della Repubblica di Salerno Franco Roberti, che aveva auspicato una rapida conclusione del processo con "la conferma della condanna inflitta in primo grado".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni 2020 in Campania: lo spoglio e i risultati/La diretta

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • Inizio dell'anno scolastico: 1° campanella il 28 settembre in altri 7 comuni salernitani

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Elezioni amministrative 2020: la diretta dello spoglio, i risultati

  • Elezioni regionali 2020: ecco chi è mister preferenze a Salerno città, i più votati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento