menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La vittima

La vittima

Omicidio alle Fornelle, la versione choc del colpevole sulle presunte molestie

Il 22enne arrestato ha raccontato che non avrebbe voluto sottostare alle avances del 60enne: da lì sarebbe nata la accesa lite

"Dio veglia su tutti, ho perdonato ma il dolore resta. Papá sarai sempre la nostra gioia nei cuori, ti amo vita mia sempre, ora che ti ho perso, ora sto capendo di non avere piú nulla". E' quanto scritto su Facebook dalla figlia di Eugenio Tura De Marco, l'uomo ucciso, sabato pomeriggio, dal fidanzato della giovane, il 22enne L.G. che ha confessato di aver accoltellato il 60enne al culmine di una lite, nel rione Fornelle di Salerno e che pertanto è stato arrestato.

Il 22enne ha ucciso il papà della sua ragazza con due fendenti al torace e alla schiena. L.G. è andato all’appuntamento, presso l’appartamento della vittima con un coltello di medie dimensioni in tasca: il 22enne, pare, non avrebbe voluto sottostare alle avances del 60enne. Scioccante, dunque, la versione del ragazzo che avrebbe parlato di un tentativo di molestie nei suoi confronti, da parte del futuro suocero. Dal social network, ad ogni modo, si evince il forte legame emotivo del 22enne con la fidanzata: "Ti amooo e mai ti lascerò al mondo, passo monti e rocce ma mai ti lascerò per nessuna ragione (Mi devono solo uccidere per perderti)", le aveva scritto in un post su Facebook (vedi conversazione in allegato ndr). Intanto, il sopralluogo dei carabinieri ha confermato la dinamica del delitto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento