menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Eugenio Tura De Marco

Eugenio Tura De Marco

Fornelle, Gentile torna nella casa dell'omicidio: replay davanti al giudice

Il giovane è stato interrogato per circa tre ore in carcere dagli inquirenti, che hanno simulato davanti a lui la presunta dinamica del delitto. La prossima avverrà forse alla presenza della figlia della vittima

Nuovo interrogatorio in carcere per Luca Gentile, il ragazzo del quartiere Fornelle, accusato di aver ucciso il suocero Eugenio Tura De Marco al termine di una lite furibonda. Il faccia a faccia tra il giovane e gli inquirenti che indagano sull’omicidio - riporta Il Mattino - è durato circa tre ore, durante le quali è stato eseguito un esperimento giudiziario con lo psichiatra Antonello Crisci. In pratica è stata ripetuta la dinamica del delitto, con il perito della Procura che ha simulato minuto dopo minuto tutto quello che veniva raccontato dal ragazzo. Crisci ha finto di essere Tura De Marco, ha finto di afferrarlo al collo e di toccargli i genitali e il ragazzo è stato indotto a reagire. Ma, quando si è girato per sferrargli la coltellata, invece di colpirlo al fianco (secondo i risultati dell’autopsia il sessantenne sarebbe morto proprio per la ferita intercostale) lo avrebbe colpito alla coscia. Una ricostruzione che, secondo gli avvocati di Gentile, è falsata per una serie di motivi (tra cui la differenza di altezza tra il perito e la vittima).

Per questo, al termine dell’interrogatorio, è stato deciso di ripetere tra una settimana l’esperimento all’interno dell’appartamento dov’è avvenuto l’omicidio, magari alla presenza anche di Daniela, figlia di Tura De Marco e fidanzata di Gentile. Anche lei, infatti, è attualmente indagata per concorso in omicidio. L’esperimento in casa servirà agli inquirenti per capire se le dichiarazioni di Gentile corrispondono a quanto accaduto, anche perchè sarebbero diverse le contraddizioni nei suoi racconti. Altro elemento da chiarire la presenza di un cagnolino in casa che, però, non è stato mai trovato dagli inquirenti.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento