rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Sant'Egidio del Monte Albino

Omicidio della piccola Jolanda, anche la madre resta in carcere a Salerno

La donna era stata arrestata lo scorso 5 luglio con l'accusa di omicidio pluriaggravato e maltrattamenti in famiglia in concorso con il marito

I giudici del tribunale del Riesame di Salerno hanno respinto il ricordo presentato dall’avvocato Enzo Calabrese confermando la detenzione in carcere per Immacolata Monti, la madre della neonata di otto mesi di nome Jolanda deceduta, nella notte tra il 21 e il 22 giugno, nella casa dei suoi genitori a Sant'Egidio del Monte Albino,  a causa di presunti maltrattamenti che – secondo la Procura – sarebbero stati compiuti proprio dalla donna e dal marito, Giuseppe Passariello.

Le indagini

La donna era stata arrestata lo scorso 5 luglio con l'accusa di omicidio pluriaggravato e maltrattamenti in famiglia in concorso con il consorte che, lunedì scorso, si è visto rigettato il ricorso, presentato tramite il suo legale, per uscire dalla casa circondariale di Fuorni.  

Le motivazioni

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio della piccola Jolanda, anche la madre resta in carcere a Salerno

SalernoToday è in caricamento