Omicidio Maiorano, nuovi guai per Siani: spunta l'accusa di corruzione di minore

Stamattina si svolgerà l'udienza presso la Corte d'Assise d'Appello di Salerno. L'uomo è stato già condannato in primo grado a 30 anni di carcere per l'assassinio della moglie

Nunzia Maiorano

E’ prevista per oggi, presso la Corte di Assise d’Appello di Salerno, la prima udienza per il secondo grado di giudizio nei confronti di Salvatore Siani, già condannato in primo grado a 30 anni di reclusione per l’omicidio della moglie, Nunzia Maiorano, avvenuto il 22 gennaio 2018 davanti agli occhi del figlio di soli 5 anni. I legali della difesa chiederanno, molto probabilmente, uno sconto di pena. Ma i familiari della vittima, ovviamente, si dicono contrari e sono pronti a dare battaglia  in sede di udienza.

Il processo

Nei confronti di Siani, però, sarebbe spuntata una nuova ipotesi di reato: corruzione di minori. Secondo l’accusa – riporta Il Mattino – l’uomo avrebbe fatto pressioni sul primogenito, spingendolo ad assumere comportamenti punibili dalla legge nei confronti di altre donne e della sua stessa sorella.  Di questo dovrà rispondere davanti al tribunale monocratico di Nocera Inferiore il prossimo 6 febbraio.

La famiglia

Intanto i due figli minori di Salvatore e Nunzia sono stati affidati al fratello di quest’ultima ,che ha anche avviato le pratiche per l’adozione e il cambiamento del cognome.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento