menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo dell'omicidio

Il luogo dell'omicidio

Omicidio San Severino, De Vivo choc: "Erano possedute, le ho liberate da Satana"

Dopo l’esame esterno delle salme, che ha confermato la morte per soffocamento, oggi sarà svolta l’autopsia sul corpo delle due donne

Dopo aver ammesso di aver ucciso volontariamente la madre e la sorella, Antonietta De Sanctis e Deborah De Vivo, Giovanni  De Vivo continua a sorprende con dichiarazioni che lasciano basiti gli inquirenti. “Erano possedute, le ho liberate da Satana. Ho fatto una cosa buona”  ha dichiarato dinanzi al sostituto procuratore di Nocera Inferiore, Amedeo Sessa, che si sta occupando dell’omicidio di Mercato San Severino. 

Dovevo liberarle dal demonio” si è giustificato più volte l’uomo, convinto di ciò che aveva fatto. Lucido nella spiegazione del movente, un po’ meno nel dare una giustificazione al perché di questa sua convinzione. Intanto le indagini proseguono e ora sembra che il 30enne avrebbe non solo strangolato la madre, ma anche aggredito a colpi di forchettate la sorella, prima di soffocarla con un cuscino. Dopo l’esame esterno delle salme, che ha confermato la morte per soffocamento, oggi sarà svolta l’autopsia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento