rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca Battipaglia

Uccise Migliaro e violentò la fidanzata, niente ergastolo: sconto di pena per il romeno

Ad emettere la sentenza, nel processo di secondo grado, sono stati i giudici della Corte d’Appello di Salerno, che, ieri, hanno rimodulato la pena riconoscendo la diminuente del rito abbreviato

Uccise Natalino Migliaro e violentò la sua fidanzata. Ma, nonostante le pesanti accuse, Ionut Alexa è stato condannato a 20 anni di carcere.

L’omicidio

Ad emettere la sentenza, nel processo di secondo grado, sono stati i giudici della Corte d’Appello di Salerno, che, ieri, hanno rimodulato la pena riconoscendo la diminuente del rito abbreviato, non concessa in primo grado quando il romeno venne condannato all’ergastolo. Al termine della requisitoria, il pg Antonella Giannelli aveva chiesto 30 anni di reclusione. Ma, dopo alcune ore di camera di consiglio, è stato letto il dispositivo di sentenza che ha condannato l’imputato a 20 anni. Ad incastrare il romeno c’è anche il Dna compatibile con quello ritrovato sul luogo dell’aggressione, avvenuta la sera del 4 ottobre 2014 in via Idrovora tra l’Aversana e località Lido Lago a Battipaglia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise Migliaro e violentò la fidanzata, niente ergastolo: sconto di pena per il romeno

SalernoToday è in caricamento