Omicidio Nastri, l'autopsia rivela: "E' stato prima picchiato e poi ucciso"

Quattro i proiettili esplosi contro di lui: due lo hanno ferito all’altezza delle spalle, un altro si è conficcato nell’avambraccio sinistro anteriore mentre il quarto è stato quello mortale perchè lo ha colpito alla testa

Nelle ultime ore è stata svolta dal medico legale l’autopsia sul cadavere di Massimiliano Nastri, la vittima dell’agguato messo in atto una settimana fa in via Pertini a Pontecagnano. Quattro i proiettili esplosi contro di lui: due lo hanno ferito all’altezza delle spalle, un altro si è conficcato nell’avambraccio sinistro anteriore mentre il quarto è stato quello mortale perchè lo ha colpito direttamente alla testa. 

Ma non finisce qui. Dalle analisi sarebbe anche emerso che prima dell’omicidio, Nastri avrebbe avuto una lite e poi una violenta colluttazione con i suoi assassini dimostrata dalle ferite riportate sul viso. Ora la salma è stata restituita alla famiglia e a breve saranno celebrati i funerali del 34enne. La caccia agli autori dell'omicidio continua.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Roccadaspide, raccoglie castagne cadute sulla strada: minacciato con un'ascia per il "furto"

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento