menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri

Carabinieri

Si ubriacano, litigano e la sgozza: è il 27enne il colpevole dell'omicidio di Polla

Conclusa l'indagine sul tremendo omicidio di Olena Tonkoshkurova, 50enne ucraina ritrovata sgozzata nella sua abitazione andata in fiamme

Dopo un lungo interrogatorio, Dmytro Zastavnetskyi, il 27enne fermato la scorsa notte per l'omicidio di Olena Tonkoshkurova, barbaramente sgozzata l'altra notte, ha confessato. E' stato lui ad aver ucciso la massaggiatrice, per poi appiccare il fuoco e fuggire via sulla sua bicicletta. Il giovane ha raccontato di aver bevuto insieme ad Olena vino e birra: dopo avrebbero consumato un rapporto sessuale e, infine, è avvenuto il litigio per futili motivi, culminato con il brutale assassinio della donna. Gli inquirenti, oltre ad aver ascoltato una cinquantina di persone, hanno analizzato i sistemi di videosorveglianza di alcuni negozi della zona: da quelli hanno notato l'ucraino sulla strada provinciale di Polla. L'assassino che svolge lavori saltuari di vario genere, abita a Polla da qualche anno con la moglie e la figlioletta le quali, negli ultimi giorni, si trovavano all'estero.

"Grazie al concetto di giustizia di prossimità si è potuti giungere, in sole 12 ore, alla conclusione delle indagini con l'arresto dell'omicida -  ha detto Amato Barile, procuratore capo di Sala Consilina - Senza il lavoro sinergico operato dai magistrati e dalle forze dell'ordine presenti sul posto, l'omicida di Olena Tonkoshkurova avrebbe avuto, molto probabilmente, il tempo di far perdere le proprie tracce".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

social

Turismo, la spiaggia di Santa Teresa su "Lonely Planet": l'annuncio del sindaco

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento