menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio di Mercato San Severino, muore il 38enne ferito dall'assassino di Salvati

La salma di Aniello Califano è stata sequestrata dai carabinieri e messa a disposizione della Procura di Nocera Inferiore per l’esame autoptico

E’ deceduto, presso l’ospedale “Ruggi d’Aragona” di Salerno, Aniello Califano, 38 anni, l’uomo rimasto ferito durante l’omicidio di Vincenzo Salvati, avvenuto il 2 ottobre scorso per mano di un 35enne di Baronissi. La salma è stata sequestrata dai carabinieri e messa a disposizione della Procura di Nocera Inferiore per l’esame autoptico. 

L’omicidio

Secondo la ricostruzione dei carabinieri l’assassino, con piccoli precedenti penali, al termine di una lite con due pregiudicati del posto, ha esploso sei colpi di pistola calibro 357 Magnum, colpendo mortalmente Salvati e ferendo Califano in modo grave. Quest'ultimo ha anche tentato di darsi alla fuga con la sua autovettura, ma successivamente si è schiantato contro un palo della luce dopo aver perso conoscenza a causa dell'eccessiva perdita di sangue. L'omicidio si è consumato in una frazione periferica di Mercato San Severino sotto gli occhi di alcuni parenti della vittima. Prima dell'omicidio i due avrebbero litigato con l'omicida per un accordo saltato su questioni di droga. Subito dopo l'uomo è andato via per poi tornare con l'arma con la quale avrebbe poi colpito all'arteria femorale il cinquantenne senza lasciargli scampo. Il 35enne è attualmente rinchiuso in carcere a Salerno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento