rotate-mobile
Cronaca

Falciata a 27 anni, a pochi passi dal teatro Verdi: il conducente dell'auto rischia l'accusa di omicidio stradale

Intanto, oltre il dolore, emerge preoccupazione da parte dei cittadini che segnalano continuamente gli eccessi di velocità in centro e i rischi per i pedoni

Rischia di essere indagato per omicidio stradale, il ragazzo di 20 anni, originario di Mercato San Severino che ha travolto e ucciso con la sua auto Assem Zharbossyn, la ricercatrice 27enne originaria del Kazakistan, impegnata in un dottorato di ricerca all’Università di Salerno. L’incidente, avvenuto a pochi passi dal Teatro Verdi, purtroppo non ha lasciato scampo alla giovane. Il 20enne alla guida della vettura che l'ha falciata sull'asfalto, intanto, è risultato negativo ai test di alcol e droga.

Il dolore e l'amarezza

La notizia della morte della ragazza ha suscitato dolore e preoccupazione in tutta la comunità: continue e crescenti le segnalazioni da parte dei cittadini riguardo ad automobilisti che non rispettano i limiti di velocità e la segnaletica, a tutto rischio per l‘incolumità dei pedoni. Come è noto, l’amministrazione comunale sta valutando di istituire la zona 30 in centro, come già annunciato dall’assessore alla sicurezza Claudio Tringali, proprio per ridurre il numero di sinistri in centro. Ma è scontato che, accanto a tale provvedimento, vadano incrementati anche i controlli di sera e di notte, per tenere a bada gli automobilisti imprudenti e scongiurare nuove tragedie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falciata a 27 anni, a pochi passi dal teatro Verdi: il conducente dell'auto rischia l'accusa di omicidio stradale

SalernoToday è in caricamento