Morte di Maria Rosaria Santese, 47enne accusata di omicidio stradale

E' stato fissato per il prossimo 11 settembre, dunque, il processo a carico della donna: accertamenti in corso

Omicidio stradale: questa l'accusa per la 47enne di Battipaglia che il 19 maggio del 2017, a Battipaglia, alla guida della propria  Tiguan Volkswagen si scontrò con la Vespa 125, su cui si trovava la diciannovenne Maria Rosaria Santese. Quest'ultima perse la vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il processo

E' stato fissato per il prossimo 11 settembre, dunque, il processo a carico della donna. Il decesso non sarebbe dovuto all’impatto con il veicolo che l’ha travolta, ma al fatto che la ragazza sia stata trascinata per alcuni istanti dall’autoveicolo, sotto cui era rimasta incastrata fino a riportare l’amputazione della gamba destra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Covid-19, De Luca firma l'ordinanza: movida di nuovo sotto controllo

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Bonus tiroide: di cosa si tratta e come fare per richiederlo

  • Test sierologici gratuiti per Covid-19 e Epatite C: l'iniziativa a Salerno

  • Il maltempo mette in ginocchio la provincia: scattano evacuazioni a Sarno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento