Omicidio Vassallo, svolta nelle indagini: trovato il Dna del killer

Dai risultati effettuati dalla Procura sarebbe stato isolato quello appartenente all’autore del delitto che sconvolse tutta l’Italia. Ad onor del vero da alcune indiscrezioni sembra che vi sia più di un soggetto attenzionato

Il sindaco pescatore Angelo Vassallo

Potrebbe essere arrivata ad una svolta l’inchiesta sull’omicidio di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica ucciso in circostanze mai chiarite il 5 settembre del 2010. Nei giorni scorsi la Procura di Salerno ha affidato ai carabinieri del Ris l'incarico di effettuare il test del Dna su 94 persone, fra abitanti di Acciaroli (frazione di Pollica), conoscenti del primo cittadino e altri, compreso chi ha posseduto, anche legalmente, una pistola compatibile con la calibro 9 baby Tanfoglio utilizzata per l'omicidio e mai ritrovata.

E così pare che – rivela Cronache – proprio dai risultati del test del Dna sarebbe stato isolato quello appartenente all’autore del delitto che sconvolse tutta l’Italia. Ad onor del vero da alcune indiscrezioni sembra che vi sia più di un soggetto attenzionato. Al momento sulle indagini vige il massimo riserbo. Ma sembra che il cerchio si sia stretto intorno a poche persone che operano proprio nell’area circostante Pollica. Quasi certamente costoro saranno a breve saranno ascoltate dalle forze dell’ordine.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • Luci d'Artista 2019/2020: un giro d'affari di quindici milioni di euro

  • Choc in via San Leonardo, a Salerno: donna trovata morta con la gola tagliata

Torna su
SalernoToday è in caricamento