Cronaca

Mafia: 38 arresti tra Salerno, Calabria, Bari, Matera e Terni

Le accuse sono di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, sequestro di persona, detenzione e porto di armi, estorsione, rapina, corruzione

Carabinieri

Maxi-retata anti-Mafia in corso tra Salerno, Bari, Terni, Matera e in Calabria. Trentotto le persone accusate di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, sequestro di persona, detenzione e porto di armi, estorsione, rapina, corruzione, turbativa d'asta, turbata libertà del procedimento amministrativo, concussione, falso, istigazione alla corruzione e minaccia, tutti aggravati dal metodo mafioso.

Finiti in manette, in particolare, il sindaco di Scalea Pasquale Basile e cinque assessori della giunta: l'amministrazione comunale avrebbe favorito il gruppo criminale Stummo-Valente. I carabinieri del Comando provinciale di Cosenza al termine di un'indagine della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, dunque, hanno messo in campo l'importante operazione.

 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia: 38 arresti tra Salerno, Calabria, Bari, Matera e Terni

SalernoToday è in caricamento