Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Ospedale di Agropoli, il bagnino eroe risponde a Caldoro

Caroccia: "Se i responsabili di questa scelta si sentissero male nel nostro mare, comprenderebbero, a quel punto, il vero valore dell'ospedale"

Caroccia

"Anche un bambino è in grado di capire che il Psaut è un passo indietro per la popolazione cilentana, non un miglioramento come racconta il signor Caldoro", questa la risposta del bagnino eroe, Pierluigi Caroccia, alle parole del Governatore della Campania in merito alla chiusura del nosocomio di Agropoli. "Se i responsabili di questa scelta scellerata si tuffassero nel nostro mare e all'improvviso si sentissero male,  comprenderebbero, a quel punto, il vero valore dell'ospedale di Agropoli".

"Siamo soli contro tutti, anche i nostri concittadini ci hanno abbandonato, coloro che ci dovrebbero affiancare in questa in questa dura battaglia per difendere il diritto alla salute", ha osservato il bagnino-eroe, ad un giorno dalla protesta contro la chiusura dell'ospedale di Agropoli ai piedi dell'Asl di Salerno.

"Nella costruzione del mio percorso esistenziale, gli apparati solidi, coloro che mi dovrebbero difendere o farmi da guida, sono i primi che mi buttano a terra, facendomi perdere fiducia nelle istituzioni, ma soprattutto in coloro che dovrebbero essere al mio fianco: mi riferisco soprattutto ai miei coetanei che preferiscono andare a giocare a calcetto, oppure starsene beatamente davanti ad un bar msperando che qualcun'altro faccia qualcosa per loro", ha aggiunto Caroccia.

E a chi critica i servizi dell'ospedale, il bagnino-eroe risponde: "Una casa la si costruisce dalle fondamenta, dalle basi -ha osservato - L'ospedale non può migliorare se prima non scendiamo in piazza per poter difenderlo e poi dopo ci rifaremo, per ottenere ciò che noi tutti vogliamo: un'ospedale che sia all'avanguardia e che sia migliorato sotto tutti i punti di vista, ma per fare ciò, bisogna prima salvarlo", ha concluso il tenace giovane che, nonostante le difficoltà, non rinuncia alla sua coraggiosa battaglia, continuando a dire "no" alla chiusura dell'ospedale. Smobilitato, intanto, oggi, il presidio dei sindaci cilentani presso la direzione dell'Asl di via Nizza, dopo un nuovo incontro con Caldoro che ha placato gli animi dei Primi cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale di Agropoli, il bagnino eroe risponde a Caldoro

SalernoToday è in caricamento