rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Agropoli

Covid Hospital di Agropoli, l'allarme della Fials: "Grave carenza di personale"

Il sindacato ha inviato una lettera alla direzione dell’Asl Salerno e alla Regione Campania per sollecitare un rafforzamento del personale sanitario in servizio.

E’ ancora emergenza personale all’ospedale di Agropoli che, tra l’altro, ospita anche un reparto Covid.  A lanciare l’allarme è la Fials che, nelle ultime ore, ha inviato una lettera alla direzione dell’Asl Salerno e alla Regione Campania per sollecitare un rafforzamento del personale sanitario in servizio. 

Le criticità

A sottolinea le problematiche è Carlo Lopopolo della segretaria provinciale della Fials che scrive: “Giorno dopo giorno emerge una inadeguata risolutezza ed improvvisazione nel prendere decisioni strategiche atte a tamponare una carenza di personale atavica, sempre presente, segnalata dall’insorgenza della pandemia”. La situazione attuale, dunque, è “a dir poco catastrofica”.E ancora: “Lo scenario esistente è altamente preoccupante da cui deriva una enorme difficoltà nella copertura dei turni di servizio che, oltretutto, venendo consegnati soltanto a fine mese, incidono negativamente sul rendimento ottimale delle fondamentali prestazioni erogate dal personale succitato, senza tralasciare il fatto che, allo stato attuale, si rischia la severa compromissione della programmazione congrui periodi di riposo, in quanto pur di garantire i Lea vengono sistematicamente saltati i riposi, rendendo quasi improbabile la possibilità di usufruire di istituti contrattuali quali permessi e ferie per la conciliazione dei tempi di vita. Si evidenziano a più riprese e in diverse professionalità la gravità delle condizioni in cui sono costretti a operare, in palese violazione di ogni norma in materia di sicurezza e in spregio ai principi di cautela e precauzione e quindi esposti, alla stessa stregua dei pazienti ricoverati, al rischio di contagio e di compromissione della salute”. 

Di qui l’amara conclusione: “La situazione ormai è critica in tutte le U.O. del Covid Center di Agropoli non si riescono a completare i turni, garantire e rispettare la 161/2014 è assolutamente impossibile se si vogliono rispettare i Lea; tutti gli operatori sino ad oggi hanno dato la massima disponibilità per senso del dovere e spirito di sacrificio. Questo fenomeno, non sufficientemente governato, inficia in maniera importante le buone pratiche di governo clinico, non consentendo un corretto soddisfacimento dei bisogni dei pazienti, nonché la giusta valorizzazione dei professionisti che operano” conclude Lopopolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid Hospital di Agropoli, l'allarme della Fials: "Grave carenza di personale"

SalernoToday è in caricamento