menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale di Eboli

L'ospedale di Eboli

Ospedale di Eboli, da giugno apre l'ambulatorio di "Oncologia"

Il sindaco Massimo Cariello annuncia: "La dottoressa Laura Pesce assicurerà la sua presenza nel nostro ospedale per consulenze sia a pazienti ricoverati, che all’utenza esterna"

Arrivano buone notizie per l’ospedale di Eboli, ma soprattutto per l’utenza a cui viene ampliata l’offerta di assistenza specialistica. La notizia arriva direttamente da un soddisfattissimo sindaco Massimo Cariello e riguarda un nuovo servizio ambulatoriale, particolarmente atteso dai cittadini. “Grazie al reclutamento di nuovo personale medico ed all’acquisizione di nuove e moderne apparecchiature, come l’ecografo multidisciplinare e l’ecografo cardiologico, il monitor multiparametrici, nuovi letti, la cosiddetta fonte luminosa, un monitor per sala operatoria e l’aggiornamento della risonanza magnetica, sarà  attivo dal prossimo mese di giugno anche un ambulatorio di Oncologia, un presidio la cui importanza è evidente a tutti" annuncia il primo cittadino.

L’apertura dell’ambulatorio oncologico si collega direttamente con le attività universitarie che si svolgono presso l’ospedale ebolitano. “La dottoressa Laura Pesce - prosegue ancora il sindaco -, oncologa dell’ospedale di Vallo della Lucania, già docente da anni in Oncologia Medica al corso di laurea in tecniche di radiologia della Università Federico II di Napoli, presso la sede decentrata dell’ospedale di Eboli, assicurerà la sua presenza nel nostro ospedale per consulenze sia a pazienti ricoverati, che all’utenza esterna. Ciò permetterà finalmente una sinergia con le branche chirurgiche per attivare precocemente la terapia antiblastica necessaria ai pazienti operati di patologie neoplastiche. Anche le discipline specialistiche, finalmente, potranno avvalersi di consulenza oncologica per potere attivare protocolli chemioterapici direttamente nel nostro ospedale. Un salto di qualità importante per il nostro presidio, che potrà continuare nel percorso di specializzazione caratterizzandosi quale riferimento della Piana del Sele come ospedale” conclude Cariello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento