menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale

L'ospedale

Ospedale "Fucito", i sindaci scrivono alla Regione: "I reparti vanno riaperti"

I primi cittadini e le sigle sindacali inviano un documento unitario al presidente Vincenzo De Luca, al commissario alla Sanità Joseph Polimeni e ai vertici sanitari della provincia di Salerno

Un documento-appello è stato inviato dal sindaci della Valle dell’Irno e dalle organizzazioni sindacali al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, al commissario per la sanità Joseph Polimeni, al commissario dell’azienda ospedaliera universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona Nicola Cantone e al Rettore dell’Università di Salerno Aurelio Tommasetti per chiedere la riorganizzazione e il ripristino dei reparti chiusi dell’ospedale “Fucito” di Mercato San Severino. Il documento è stato redatto al termine di un incontro organizzato a Baronissi per discutere delle prospettive proprio del locale nosocomio. In particolare i primi cittadini e gli esponenti sindacali chiedono nero su bianco che il nuovo piano ospedaliera regionale preveda “l’inclusione delle eccellenze prestazionali e assistenziali della UOC di Ostetricia e Ginecologia oggetto di chiusura repentina e immotivata, unitamente alla Pediatria e al Nido Fisiologico”.

Non solo. Ma si chiede di prevedere il mantenimento delle attività urologiche e di litrotissia che sono state, da sempre, un centro di riferimento provinciale, e il ripristino dei reparti di Ortopedia e Traumatologia “per scongiurare il ricorrente disservizio nell’attività del pronto soccorso e un dispendio di risorse umane ed economiche”. “Si garantirebbe così – si legge nel documento inviato ai rappresentanti istituzionali – la vocazione assistenziale territoriale di area vasta di presidio ospedaliero che, in sinergia con la facoltà di medicina che ha sede a Baronissi, diverrebbe, di fatto, “Ospedale amico – Valle dell’Irno” stabilimento distaccato dell’azienda ospedaliera universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”.

Resta in attesa insieme ai suoi colleghi sindaci Gianfranco Valiante (Baronissi): “Ci aspettiamo segnali positivi dalla Regione Campania. I reparti di ginecologia-ostetricia, pediatria del Presidio Ospedaliero sono un’eccellenza che va difesa, insieme al potenziamento del Pronto Soccorso e relativo servizio di Emergenza-Urgenza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento