Cronaca Cava de' Tirreni

"Le donne hanno diritto all'ambulatorio h24 di ginecologia": petizione a Cava de' Tirreni

L'avvocato Paolo Civetta, presidente dei comitati uniti per la difesa dell'ospedale di Cava de' Tirreni e il diritto alla salute e alla vita, annuncia le prossime iniziative

"Non è giusto che le donne di Cava de' Tirreni non abbiano a disposizione un ambulatorio h24 di ginecologia. Non tutte possono permettersi di spendere soldi per una visita privata". L'avvocato Paolo Civetta, presidente dei comitati uniti per la difesa dell'ospedale di Cava de' Tirreni e il diritto alla salute e alla vita, annuncia le prossime iniziative.

I dettagli

"A fine luglio - spiega - firmeremo una petizione per il ripristino dell'ambulatorio presso il nosocomio di Cava de' Tirreni e anche per evitare il ridimensionamento del servizio 118, alta problematica sorta in questi giorni. La petizione sarà inviata al Presidente della Repubblica Italiana con allegata lettera personale. Porterò a conoscenza del Capo dello Stato le motivazioni della lotta. La petizione sarà inviata per conoscenza anche al presidente del Consiglio dei Ministri, ai presidenti della Camera dei Deputati e Senato della Repubblica, al ministro della Salute e poi al presidente della Regione Campania, al Comune di Cava de' Tirreni, all'azienda ospedaliera San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona, al presidente del Tribunale Diritti del malato. La petizione sarà sostenuta anche da altre città, comitati e associazioni".

Lo scenario

"Sarà anche presentata una interrogazione Parlamentare sulla situazione dell'ospedale di Cava de' Tirreni. Per una volta, almeno per una volta, giù le bandiere, mettete da parte le appartenenze, i colori. In questo modo Cava de' Tirreni avrà una sola voce. Il diritto alla alla salute ed a cure efficienti è un diritto sacrosanto che non ha bandiere. Faccio un appello al buon senso di tutti all'unità. Questa è una lotta che porteremo fino a Roma e anche oltre, se non basterà. Le lotte non si fanno solo in strada, ma anche, anzi soprattutto presso le  istituzioni, perché sono le istituzioni che prendono le decisioni e devono trovare le soluzioni. Sostenere la petizione è nell'interesse di tutti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Le donne hanno diritto all'ambulatorio h24 di ginecologia": petizione a Cava de' Tirreni

SalernoToday è in caricamento