menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tumore, ragazza salernitana sottoposta ad intervento al seno con doppio tracciante

La paziente aveva già subito, a soli 22 anni, un intervento per condrosarcoma dell'ala iliaca sinistra e successivo trattamento radioterapico all'ospedale Galeazzi di Milano

Nell'ospedale “San Carlo” di Potenza è stato eseguito un intervento chirurgico che l'azienda giudica di "altissima professionalità" da parte dell'equipe Senologica (responsabile Pina Di Santo, aiuti Andrea Morlino, Maria Teresa Rossi) su una paziente di soli 23 anni proveniente dalla provincia di Salerno. 

La storia

La paziente aveva già subito, a soli 22 anni, un intervento per condrosarcoma dell'ala iliaca sinistra e successivo trattamento radioterapico all'ospedale Galeazzi di Milano. Nel novembre del 2019 venne sottoposta ad osservazione, in Chirurgia senologica del San Carlo, per neoformazione mammella destra e linfoadenopatia ascellare sinistra. Dopo accertamenti strumentali e  biopsia positiva per carcinoma mammella destra e metastasi ascellari controlaterali venne trasferita in Oncologia medica per chemioterapia neoadiuvante e immunoterapia. La ragazza è stata sottoposta, la settimana scorsa, nel reparto di Chirurgia senologica, a mastectomia nipple sparing (con conservazione del complesso areola-capezzolo) bilaterale, biopsia del linfonodo sentinella a destra, linfectomia ascellare sinistra con utilizzo di Focus. "Per restituire l'integrità corporea alla paziente - spiegano i medici in una nota - sono state impiantate, dal dottor Maurizio Saturno di Chirurgia plastica, protesi bilaterali". L'unità di Chirurgia senologica dell'azienda ospedaliera comunica anche "la riapertura agende Cup (Centro unico di  prenotazione, ndr) per le nuove prenotazioni ambulatoriali per prime visite e visite di controllo garantendo sempre, come effettuato anche  durante il periodo Covid-19, le visite in forzatura per pazienti già in possesso di esame istologico positivo per neoplasia maligna e per casi strumentalmente e clinicamente sospetti inviati dai medici curanti"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento