menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale di Salerno

L'ospedale di Salerno

Ruggi d'Aragona, paziente operato di laminectomia decompressiva

A svolgere il delicato intervento è stata l'equipe dell’unità operativa di Neurochirurgia diretta dal professore Giorgio Iaconetta. Normalmente viene eseguito con metodiche invasive che richiedono un periodo di ricovero di almeno sette giorni

Lo scorso 31 agosto, presso l’unità operativa di Neurochirurgia dell’azienda ospedaliera-universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, diretta dal professore Giorgio Iaconetta, è stato effettuato un delicato intervento di laminectomia decompressiva ad un paziente di circa 55 anni affetto da stenosi del canale vertebrale. Normalmente l’intervento viene eseguito con metodiche invasive che richiedono un periodo di ricovero di almeno sette giorni, di frequente è necessario l’utilizzo di un busto ortopedico per limitare le complicanze che talvolta risultano molto invalidanti.

Con la nuova metodica messa a punto, grazie alla collaborazione tra il dottore Vincenzo Martino e il professore Sebastian Froelich dell’ospedale Lariboisière di Parigi, l’intervento viene effettuato in anestesia locale, con una degenza massima di 12 ore, riducendo in tal modo  a zero i rischi tromboemolitici. Oltre agli effettivi vantaggi per il paziente, dato il limitato periodo di ricovero, si determina una notevole economia per la spesa a carico dell’azienda ospedaliera. Questa nuova tecnica a breve sarà validata a livello internazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: altri 17 positivi a Salerno città, tra cui una bimba

  • Incidenti stradali

    Due incidenti ad Agropoli e Capaccio: corrono 118 e carabinieri

  • Cronaca

    Trincerone Est: domani l'inaugurazione, i dettagli dell'opera

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento