rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Nocera Inferiore

Ospedali dell'Agro, la decisione dei sindaci: "Documento congiunto da inviare in Regione"

Questione ospedaliera, dal confronto tra i sindaci e la Cgil è scaturita la decisione di stilare un documento congiunto da portare a Palazzo Santa Lucia

Questa mattina, nell’ aula consiliare del Comune di Nocera Inferiore, si è svolto il tavolo di confronto promosso dalla conferenza dei sindaci dell’ Agro, cui territori ospitano presidi ospedalieri e la rappresentanza della Cgil Funzione Pubblica provinciale per discutere della questione ospedaliera. Al tavolo della discussione erano presenti i sindaci promotori, Manlio Torquato e Pietro Pentangelo, coordinatore della conferenza dei sindaci dell’Agro, oltre a Lello De Prisco, sindaco di Pagani e Paola Lanzara, sindaco di Castel San Giorgio. Presenti inoltre, per la Cgil Arturo Sessa, Luigi Adinolfi , Antonio Capizzuto e Don Massimo Pepe, referente per la Diocesi Nocera – Sarno.

 I dettagli

Dal confronto tra le parti, è emersa la condivisione di intenti  nel mettere al primo posto l’esigenza della tutela della salute dei cittadini dell’ Agro nocerino - sarnese, in un territorio che vive la drammatica carenza di personale medico- infermieristico a fronte della richiesta massiva del servizio di assistenza sanitaria dei cittadini residenti. Nel corso dell’ incontro, si è discusso delle  opportune soluzioni da adottare per risolvere le questioni imminenti ma anche per programmare in maniera strategica, la prospettiva della sanità dell’Agro per gli anni futuri. A conclusione, su proposta della Cgil, si è deciso di stilare per la prossima settimana un documento congiunto firmato dai sindaci e dalla stessa sigla sindacale. Lo scopo è quello di tracciare in maniera analitica, l’analisi della questione al fine di sottoporla all’attenzione della Commissione Sanità della Regione Campania.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedali dell'Agro, la decisione dei sindaci: "Documento congiunto da inviare in Regione"

SalernoToday è in caricamento