menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidente a Camerota, 8 indagati per la morte di Carriola

L'ipotesi di reato per tutti è di omicidio colposo, tranne che per il giovane M.T. coinvolto nell'incidente

Sono indagate otto persone per la morte di Aniello Carriola, il cinquantasettenne di Marina di Camerota spirato domenica all’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania, dopo due settimane di agonia. L’autopsia su Carriola è stata fissata giovedì mattina: la Procura ha inviato un avviso di garanzia a sette sanitari e al trentatreenne M.T. che era alla guida dell’auto che si schiantò contro lo scooter guidato da Carriola.

L'ipotesi di reato per tutti è di omicidio colposo, tranne che per il giovane M.T. coinvolto nell’incidente, accusato di omicidio colposo stradale. Si attende, dunque, per fare chiarezza sul sinistro.

L'incidente. Per cause ancora in via di accertamento, il 9 luglio, una Fiat Brava si scontrò frontalmente con lo scooter guidato dal cinquantasettenne di Camerota. L’impatto tra i due mezzi fu violentissimo. Il centauro è stato soccorso e ricoverato in gravi condizioni nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale “San Luca”. Inutili,purtroppo, gli interventi chirurgici: non ce l'ha fatta, pare, a causa di un’infezione post operatoria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento