Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Pagani

Pagani, muore a 53 anni e la famiglia denuncia il 118: "La prima ambulanza senza medico"

L'autopsia verrà probabilmente disposta nei prossimi giorni, con contestuale iscrizione nel registro degli indagati qualora il pm titolare del fascicolo ravvisi eventuali responsabilità.

La Procura di Nocera Inferiore ha aperto un'indagine sulla morte di una donna di Pagani, di 53 anni, F.V. La famiglia ha denunciato il 118, accusato di omissioni e ritardi. Pare - secondo la denuncia tutta da verificare - che a bordo dell’ambulanza non vi fosse il medico. La donna è deceduta in casa, senza mai salire in ambulanza nè tantomeno arrivando in ospedale. Una terza ambulanza (la seconda era arrivata con il medico, stando a ciò che risulta) aveva poi prestato soccorso il marito della donna, colto da un malore.

Le indagini

L'autopsia verrà probabilmente disposta nei prossimi giorni, con contestuale iscrizione nel registro degli indagati qualora il pm titolare del fascicolo ravvisi eventuali responsabilità. Bisognerà, in primis, verificare la fondatezza di quanto denunciato dalla famiglia della donna, così come i medici che avrebbero dovuto essere presenti nelle fasi del soccorso. I familiari contestano ai sanitari del 118 di avere sottovalutato la gravità inviando una ambulanza senza medico e con un solo infermiere. La donna deceduta pare fosse già interessata da altre patologie, ma anche in questo caso servirà verificare.

L'appello di giorni fa

Solo qualche giorno fa, la deputata Virginia Villani del Movimento 5 Stelle aveva contestato il fatto che nelle due Nocera, vi fosse una sola ambulanza disponibile con medico a bordo. Stesso discorso per Sarno e Pagani. "Adesso anche Angri e Scafati si trovano nella stessa situazione – spiega Villani - Mi sono recata più volte alla direzione sanitaria e generale dell'ASL di Salerno per chiedere il potenziamento del personale 118, ma nonostante gli ultimi concorsi banditi per il personale medico in convenzione, la carenza di medici per l'emergenza resta ancora grave. È opportuno rivedere in termini normativi le regole di ingaggio del personale, offrendo più certezze agli operatori e in particolare, a medici e infermieri del 118: diversamente, la risposta emergenziale sui territori sarà insufficiente"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagani, muore a 53 anni e la famiglia denuncia il 118: "La prima ambulanza senza medico"

SalernoToday è in caricamento